MOC MAG 05 - GEN. 2022



EDITORIALE

Quinto numero che ci accompagna nel 2022, con una copertina che speriamo sembri anche a voi provenire direttamente dai primi anni '90.
Nuove firme si uniscono agli autori che già avete conosciuto e apprezzato, sperando sempre di selezionare una scelta antologica che possa tenervi compagnia nel migliore dei modi.
Quindici articoli sui più disparati argomenti, tra dossier corposi e retrospettive analitiche, tra curiosità veloci e ricordi cult.
Parleremo di televisione, film, riviste, videocassette; celebreremo titoli famosi e giochi che ritornano.
Vogliamo augurarvi buon anno in questo modo, aspettando sempre consigli, critiche, suggerimenti.
Buona lettura!

MikiMoz (mikimoz@hotmail.com)


NUMERI PRECEDENTI

Clicca sui link per leggere le altre uscite del Moz O'Clock Magazine.

-PRINCIPESSE DEL LORO TEMPO: LA DISNEY 1989-1999
(di Leone Locatelli - Heroica.it)

Ecco la seconda parte dell'analisi che ricollega le principesse Disney alla moda e al contesto sociale in cui i loro film sono usciti. In quest'articolo verranno prese in considerazione le principesse di uno dei periodi di massimo splendore della major, ossia il Rinascimento Disney. I personaggi in questione sono: Ariel de "La Sirenetta" (1989), Belle de "La Bella e la Bestia" (1991), Jasmine di "Aladdin" (1992), Pocahontas di "Pocahontas" (1995) e Mulan di "Mulan" (1998).
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-SANDRA MILO: IL CASO CIRO
(di Recensioni Malsane)

Quella che sto per raccontarvi è, a seconda di come la si guarda, una divertente e indimenticata pagina della televisione trash degli anni ’90, su cui tuttora scorrono meme e battute, o semplicemente una brutta, bruttissima storia di bullismo mediatico ai danni di Sandra Milo.
Una vicenda la cui genesi va fatta risalire all’ 8 Gennaio del 1990 quando, durante una trasmissione da lei condotta, l’attrice ricevette una telefonata in diretta, da una donna rimasta anonima, che le comunicava che il figlio Ciro aveva avuto un brutto incidente, e che era grave.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-TWIN PEAKS: COME VENNE COSTRUITO IL SUCCESSO IN ITALIA
(di MikiMoz)

Twin Peaks ha debuttato in Italia la sera del 9 gennaio 1991.
Dopo un lungo battage pubblicitario, e accompagnato dagli articoli e dagli speciali di diverse riviste, quel mercoledì -fregandosene anche della Coppa Campioni- sconvolse la televisione tricolore e collezionò un numero enorme di telespettatori, che divennero fedeli sostenitori.
Ripercorriamo dunque la storia di Twin Peaks nella nostra nazione, che è anche la storia della nostra TV commerciale: perché questo titolo ebbe così successo, da noi? 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!

 



-HEIDI, LA FANCIULLA DELLE ALPI: RETROSPETTIVA
(di AkiraSakura & Shito - Bokura-no Kakumei)

A Takahata Isao, forse il maggior regista di animazione giapponese mai esistito, dobbiamo numerosi capolavori, sin da quando nel '68, con Hols no Daibouken, stabilì le coordinate di un'animazione intellettuale e raffinata che voleva discostarsi dai canoni francamente bambineschi di Disney/Tezuka per avvicinarsi alla cinematografia francese, in particolare Grimault e Prèvert, il cui sforzo congiunto La Bergère et le Ramoneur aveva impressionato molto il giovane Takahata. Dopo le brevi parentesi di Lupin III e Panda Kopanda, il regista, forte di un notevole budget dovuto al coinvolgimento dello sponsor Calpis (azienda nota per prodotti latticini industriali), dà alla luce quello che a parere di chi scrive è il suo secondo, vero, grandissimo e rivoluzionario capolavoro: Alps no Shoujo Heidi.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-SAXOFONE: LA SURREALE FAVOLA DI POZZETTO
(di Riccardo Giannini - ABCB Il caffè di Riky)

Un musicista di strada chiamato "sax" in onore del suo strumento (Renato Pozzetto) e Fiorenza, una signora dell'alta borghesia (Mariangela Melato), sono i protagonisti di Saxofone, film del 1978 diretto proprio da Pozzetto.
Nel cast c'è Cochi Ponzoni e ci sono i comici del Derby Club di Milano: Massimo Boldi, Teo Teocoli e Diego Abantantuono, che propone per la prima volta il personaggio di Donato Cavallo; Giorgio Porcaro (che si dice sia stato il vero inventore del personaggio del "terrunciello" portato alla ribalta da Abatantuono) ed Ernst Thole.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-FIABE... COSÍ: UNA SERIE DI CARTOON (SPESSO INQUIETANTI) IN VHS
(di Disney: Tapes & more)

Film d'animazione nipponici, dai disegni spesso approssimativi ma affascinanti.
E soprattutto, racconti che nessun altro aveva osato proporre: fiabe spesso oscure e inquietanti, senza lieto fine, lontane dalla disneyana concezione imperante.
Una retrospettiva che vuole ricostruire la storia di queste opere, attraverso le rare e strane VHS italiane...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-IL CARTOON INCONTRA L'ORRORE: I CONIGLI ROSA DI DYLAN DOG
(di Carcangiume - Dibujando mi espanol)

Che succederebbe se i personaggi dei cartoni animati coesistessero con gli umani? Nel 1988 il film Chi ha incastrato Roger Rabbit?, diretto da Robert Zemeckis e con protagonisti Bob Hoskins, Christopher Lloyd e Charles Fleischer, propone un mondo dove umani e toons convivono: loro recitano nei cortometraggi come gli attori umani, però seguono lo stesso le regole dello slapstick.
Alcuni mesi dopo nello stesso anno, in Italia si diede un’altra risposta alla domanda da un punto di vista horror: Dylan Dog racconta tutto nel numero 24...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-NEON GENESIS EVANGELION: UNA RETROSPETTIVA
(di Arcangelo - Omniverso)

Evangelion è una storia dentro una storia, non è solo la storia di Shinji Ikari e della battaglia dell’umanità contro gli Angeli, questi esseri misteriosi che minacciano la Terra, ma anche la storia travagliata dietro all’anime stesso e infine fu una sorta di psicoterapia metanarrativa per Hideaki Anno, creatore della serie, per superare la propria depressione.
Pare che Anno avesse già definito quelle che sarebbero state le linee guida di Evangelion all’epoca della messa in onda dei primi episodi nel 1995 ma che il suo sviluppo e quello dei personaggi sia stato delineato solo strada facendo, ascoltando le opinioni altrui e il proprio stato d’animo.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!

 


 

-GAMBADILEGNO, MAESTRO DEL TERRORE: UNA PIACEVOLE PARODIA
(di Andrea87 - Il Bat Rifugio di Paper Bat)

Una storia sui generis, che nessuno sembra aver notato.
Scritta da Tito Faraci e disegnata da Marco Meloni, è una storia breve, lunga 6 tavole appena, all'apparenza una di quelle storie riempitive che si dimenticano appena finite e che, nella migliore delle ipotesi, ti strappano una risata stiracchiata.
La storia vede Gambadilegno illustrare a Sgrinfia un rinnovamento nella sua vita da criminale, prendendo spunto da un certo Maestro del Terrore...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-LA TV DELLE NOTTI CHE FURONO: DALL'EROTISMO AL WRESTLING
(di Gas75)

La TV della notte, per uno studente condizionato da una sveglia che suonava troppo presto la mattina, era paragonabile al barattolo di marmellata tenuto nel ripiano più alto della credenza.
Soltanto il sabato sera riuscivo a trattenermi liberamente dopo il programma di prima serata, ma capitava che restassi un’oretta alzato anche durante la settimana, specie dopo la bella “combo” costituita da I ragazzi della terza C e da Candid Camera Show!
Ecco cosa c’era nella tv della notte di quella che, a pensarci oggi, sembra una vita fa! 
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-LEGGENDE URBANE POP: DALLE BIG BABOL A CHUN LI
(di Salvatore Giordano - Retronika)

Negli anni settanta e ottanta eravamo bambini di tribù e quel che diceva tuo cugino, era sempre attendibile e ci credevi.
Di cosa erano fatte le Big Babol? Quali effetti provocava la Coca-Cola? Come sbloccare, in sala giochi, le tette di Chun Li? Ecco una serie leggende metropolitane very pop...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!





-BENKYO!: LA RIVISTA SUGLI ANIME DELLA PLAY PRESS PUBLISHING
(di Marco Nero - Il mondo di Nerd)

Prima che internet diventasse il motore di ricerca assoluto per ottenere notizie, in un tempo lontano uscivano in edicola riviste specializzate riguardanti film, anime e videogiochi.
Fra queste fece capolino un nuovo magazine che fece la felicità della comunità otaku italiana: Benkyo!.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




-MR. COMMODORE: GLI ORRORI DELL'OLOCAUSTO E LA RIBALTA IMPRENDITORIALE
(di Pakos - La puteka di Pakos)

Jack Tramiel è stato il fondatore della Commodore e proprietario dell'Atari per un breve periodo di tempo. Eppure, in molti non sanno che dietro ai successi imprenditoriali di questo signore si nasconde una vita molto difficile, caratterizzata dai tragici fatti avvenuti in Europa durante gli anni del regime nazifascista e della seconda guerra mondiale: Tramiel è stato infatti uno dei bambini sopravvissuti all'Olocausto.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!





-MICRO MACHINES - SUPER VAN CITY 2020
(di Orso Chiacchierone - La tana dell'Orso Chiacchierone)

Ricordate il mitico Camper che ha fatto sognare tanti di noi negli anni ’90?
Il primo Super Van City, nome americano tradotto in Italia in Camper, era di colore bianco e aveva una forma molto squadrata, a “scatolotto”.
La versione 2020, portata in Italia da Grandi Giochi insieme ad altri set e a una nuova serie di Micro Machines, esternamente è rossa e nera, ha una forma meno lineare con alcune parti in rilievo e tutti i particolari sono dipinti. Anche questa versione ha la maniglia estraibile per trasformarla in una valigetta.
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!



-PASSO DJATLOV: UN CASO MISTERIOSO SENZA SOLUZIONE?
(di Vainsandro)

Con la definizione di Incidente del Passo Djatlov (dal nome del capo della spedizione, Igor Alekseevič Djatlov) ci si riferisce a un avvenimento sconosciuto che, la notte del 2 febbraio 1959, provocò la morte di nove escursionisti sugli sci nella parte settentrionale degli Urali.
Gli uomini avrebbero dovuto raggiungere l’Otorten, una montagna a dieci chilometri del Kholat Siakhl, seguendo un percorso non facile, ma tuttavia alla portata dei componenti la spedizione, tutti piuttosto esperti...
CONTINUA A LEGGERE L'ARTICOLO!




ARRIVEDERCI AL PROSSIMO NUMERO!

Vi aspettiamo a febbraio con tanti altri articoli!

Post popolari in questo blog

MOC MAG 08 - APR. 2022

MOC MAG 07 - MAR. 2022

MOC MAG 09 - MAG. 2022